William Kelly

William Kelly (1811-1888), produttore americano di ferro, inventò un metodo per produrre acciaio economico che anticipò il più famoso e riuscito processo Bessemer.

William Kelly è nato a Pittsburgh, Pa., il figlio di un proprietario terriero prospero. Dopo che William fu educato nelle scuole comuni della città, entrò nel commercio di merci secche. All’età di 35 anni è stato senior partner nello studio di McShane & Kelly. Durante un viaggio d’affari a Nashville, Tenn., ha incontrato e si innamorò di Mildred Gracy. Era della città di Eddyville, Ky., che visitò spesso, alla fine acquistando alcune terre di ferro vicine e una fornace. Dopo il loro matrimonio si stabilì come produttore di ferro.

In questo momento il ferro veniva venduto in tre forme, ciascuna distinta dalla quantità di carbonio presente nel ferro. La ghisa era il più alto contenuto di carbonio. Alcuni ghisa è stato convertito in fucine in ferro battuto, che non conteneva carbonio. Intermedio era l’acciaio, che era la forma più forte. L’acciaio è stato fatto riscaldando lentamente il ferro alle alte temperature; questo è stato un processo costoso e quindi poco utilizzato.

A partire dal 1847, Kelly fece una serie di esperimenti nel tentativo di risparmiare sui costi del carburante nella sua fornace. Scoprì che un’esplosione d’aria avrebbe aumentato la temperatura della ghisa fusa, poiché l’impurità del carbonio fungeva da combustibile. Kelly sperava di risparmiare carburante con questo processo, e tra il 1851 e il 1856 costruì una serie di forni sperimentali nei boschi dietro il suo impianto. Il lavoro è stato fatto in segreto perché aveva paura che i clienti non si fidassero del metallo prodotto dal nuovo processo. Nel 1856 apprese che Henry Bessemer, lavorando in Inghilterra, aveva brevettato un processo simile e che un brevetto veniva richiesto negli Stati Uniti. Anche se Bessemer stava cercando di produrre acciaio (piuttosto che risparmiare carburante) e aveva dimostrato il suo metodo un successo (che Kelly non aveva), Kelly si oppose alla domanda di brevetto di Bessemer e rivelò i suoi esperimenti. Nel 1857 gli fu concesso un brevetto per il suo processo.

Sebbene Kelly abbia condotto un ulteriore esperimento, il suo processo non è mai stato applicato con successo. Nel 1861 si fuse con l’azienda che rappresentava gli interessi di Bessemer. Gli interessi di Kelly hanno ricevuto tre decimi dello stock del nuovoferma, e il popolo di Bessemer ha preso sette decimi. Kelly non è stato direttamente coinvolto in queste attività commerciali successive, ma ha vissuto in pensione tranquilla a Louisville, Ky., fino alla sua morte nel 1888.

Ulteriori letture

La biografia standard di Kelly, John Newton Boucher, William Kelly: una vera storia del cosiddetto processo di Bessemer (1924), non è del tutto affidabile. Dovrebbe essere integrato con Philip W. Bishop, “The Beginnings of Cheap Steel”, in United States National Museum, Bulletin 218 (1959). □

William Kelly (1811-1888), produttore americano di ferro, inventò un metodo per produrre acciaio economico che anticipò il più famoso e riuscito processo Bessemer. William Kelly è nato a Pittsburgh, Pa., il figlio di un proprietario terriero prospero. Dopo che William fu educato nelle scuole comuni della città, entrò nel commercio di merci secche. All’età di…

William Kelly (1811-1888), produttore americano di ferro, inventò un metodo per produrre acciaio economico che anticipò il più famoso e riuscito processo Bessemer. William Kelly è nato a Pittsburgh, Pa., il figlio di un proprietario terriero prospero. Dopo che William fu educato nelle scuole comuni della città, entrò nel commercio di merci secche. All’età di…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.